Ciò che fanno le tue mani

La stretta di mano è sempre importante (anche online)

In questo istante stanno lavorando. Battono con passione sulla tastiera, mettendo insieme un universo di lettere, dandogli una forma, facendo risuonare la voce dei pensieri attraverso il ticchettio dei tasti. Parlo di loro: delle mie mani. Hai mai pensato a quanto siano importanti per te e per la tua attività? Ciò che fanno le tue mani è arte, è magia, un’alchimia solenne che ti accompagna nella creazione di qualcosa di unico: il tuo lavoro.

Tu mi dirai: “Il mio non è un lavoro manuale, io uso altro“. Certo, oltre le mani c’è di più. Ma sei sicura di fare tutto senza di loro? O meglio, come sarebbe il tuo lavoro se non potessi utilizzarle o farlo solo parzialmente? Sicuramente diverso.

Spesso le diamo per scontate; sono lì, attaccate all’avambraccio e fanno ciò che desiderano. No, risposta sbagliata. Siamo noi a dire loro ciò che devono fare e loro eseguono, diligenti e talvolta screpolate. Siamo noi a guidare il timone, decidendo in che modo impiegarle.

AlessandraVoto_webcopywriter_assistentevirtuale_italia_mani

La nostra comunicazione online può essere un po’ paragonata alle mani. Queste ultime possono essere calde o fredde. Morbide e accoglienti oppure ruvide e poco curate. Le nostre mani possono offrire e condividere, ma anche ferire o allontanare. Ci avevi mai pensato?

Le mani lasciano il segno: fa’ in modo che sia autentico

Ora immagina di incontrare una persona per la prima volta: nella nostra cultura spesso ci si scambia una stretta di mano. Quest’ultima lascia il segno. Se non sulla tua mano (sperando che l’altro non l’abbia presa per un oggetto da stritolare), sicuramente nella tua mente, la quale elaborerà quel gesto, associandolo a tutti gli altri segnali lanciati dal nostro interlocutore, per far sì che ci si possa fare la cosiddetta “prima impressione”; cercando di afferrare la vera essenza dell’altro (anche se non sempre ci si riesce).

Certo, una stretta di mano non è legata a una strategia, deve essere naturale, spontanea. Per quanto riguarda la nostra comunicazione possiamo (e dobbiamo) invece studiare, analizzare e capire cosa può far emergere la nostra unicità; allo stesso tempo è estremamente importante mantenere quella freschezza e spontaneità di una “stretta di mano” genuina, autentica.

“Le mani sono dei simboli e talvolta delle rivelazioni” (Eve Belisle)

Ciascuno di noi ha la propria “stretta di mano”, la propria impronta distintiva. Curare le proprie mani (così come la propria comunicazione, sui Social, nel nostro sito, nel nostro customer care o, più semplicemente, nella vita di tutti i giorni) può davvero fare miracoli! Non solo in senso estetico (dicono che le mani siano uno dei nostri biglietti da visita, così come il sorriso), ma anche nel come decidiamo di raccontarci.

Cura la tua “stretta di mano”

Le mani possono stare conserte e incrociate nelle braccia in segno di chiusura, ma anche aprirsi al mondo e a qualcosa di nuovo. Tutto sta nell’imparare a osare e a “prenderci cura” (di noi stesse, delle nostre mani, delle parole che usiamo per comunicare…), onorando anche le parti di noi che non riteniamo importanti, ma che, al contrario, sono parte preponderante del nostro essere.

Hai visto quanto sono importanti le nostre “mani”? Da oggi impara a non sottovalutarle, ma a valorizzarle!

Cosa ne pensi? Dimmi la tua!

Potrebbero interessarti

Raccontarsi_alessandravoto.it

Perché è importante raccontarsi (bene) online

Una volta una persona mi disse: “Esserci è semplice; esserci davvero è ciò a cui aspirare“. Queste parole mi hanno fatto riflettere sul mio modo di esprimere me stessa, online e offline. Talvolta si tende a mettere in rete solo ciò che ci dà lustro, il nostro profilo migliore....

gestione_social_media_alessandra_voto_langolinodiale

Algoritmi emozionali: sui Social pensa alle metriche importanti

Quando ragioni sugli obiettivi da raggiungere sui Social, non perdere tempo nel voler raggiungere a tutti i costi numeri stratosferici (che, a conti fatti, non ti servono a nulla se poi non “convertono”, ovvero non ti offrono un’entrata o una fidelizzazione da parte del cliente). Pensa piuttosto alle “metriche”...

News(A)letter

L'unica newsletter con la maiuscola e tanti spunti di lettura, materiale utile, news e riflessioni di vita e lavoro. Ti scrivo solo quando ho qualcosa di davvero interessante da dirti (e mai più di 1 volta al mese!).

Privacy: Acconsento al trattamento dei dati personali
»